Come fare il sapone in casa

Come fare il sapone in casa anche se sei alle prime armi

Se sei un fai-da-te a cui piace creare i tuoi cosmetici, come maschere per capelli o scrub per il corpo, potresti essere tentato di cimentarti nella produzione di sapone per le mani, da bagno o decorativo, soprattutto se le tue barrette di sapone preferite sono attualmente esaurite o difficile da trovare.

Il sapone che fai non ucciderà i germi, ma sicuramente li laverà via così come qualsiasi altro sapone che potresti acquistare.

Fare il sapone in casa richiede due tipi di ingredienti: un acido e una base. Questi reagiscono chimicamente insieme in quella che viene chiamata “saponificazione” e producono il sapone insieme alla glicerina come sottoprodotto. Nessun sapone commerciale o fatto in casa può essere prodotto senza questi due ingredienti.

Potrebbe interessarti: Scurb del corpo con i fondi di caffè usati.

Cenni sulla preparazione di questa ricetta di saponi

Il sapone, per definizione, è grasso o olio mescolato con un alcali. L’olio proviene da un animale o da una pianta, mentre l’alcali è una sostanza chimica chiamata liscivia. Nella produzione di saponette, la liscivia è idrossido di sodio. Il sapone liquido richiede idrossido di potassio.

Combinando e poi riscaldando olio e liscivia si ottiene il sapone. Questa reazione chimica è chiamata saponificazione. Senza liscivia, la saponificazione non è possibile, quindi la liscivia è necessaria per creare sapone.

Note:

Alcune persone sono preoccupate per la liscivia. Da sola, questa sostanza altamente corrosiva può irritare la pelle , gli occhi e il sistema respiratorio. Tuttavia, se eseguita correttamente, la saponificazione trasforma la liscivia in sapone. Nessuna lisciva rimarrà nel prodotto finale.

Forniture e strumenti di base per la produzione di sapone

Le seguenti sono forniture di base per la produzione di sapone, molte delle quali puoi trovare online:

  • pentola a cottura lenta
  • contenitore in plastica, vetro o acciaio inossidabile (per misurare la soda caustica)
  • contenitore in plastica, vetro o acciaio inossidabile per impieghi gravosi (per la miscelazione di soda caustica e acqua)
  • bilancia da cucina digitale
  • spatole in silicone (usate solo per fare il sapone)
  • frullatore ad immersione (con albero in acciaio inox)
  • termometro per caramelle (usato solo per fare il sapone)
  • stampo da plumcake in silicone (o stampini singoli)
  • tagliasapone

Consigli:

Evita di usare contenitori di alluminio o di latta per maneggiare la lisciva, poiché potrebbe non essere sicuro.

Dotazioni di sicurezza per la produzione di sapone

Avrai anche bisogno di dispositivi di sicurezza, come:

  • occhiali protettivi
  • guanti di gomma o lattice
  • guanto da forno
  • camicia a maniche lunghe
  • grembiule
  • area di lavoro ben ventilata

Ingredienti di base

Per realizzare questo sapone fai-da-te con olio di cocco e oliva, avrai bisogno di:

  • 500 gr olio di cocco
  • 250 gr olio d’oliva
  • 220 gr acqua distillata
  • 120 gr Liscivia pura al 100%.
  • Da 20 a 40 gocce di oli essenziali, se lo si desidera
  • coloranti (facoltativi)
  • erbe o fiori secchi (facoltativo)

Come fare il sapone: Guida per principianti

Esistono due metodi per creare saponette da zero:

  • Processo caldo. Nella saponificazione a caldo, il calore esterno accelera la saponificazione. La maggior parte dei saponi può essere utilizzata il giorno successivo, anche se è l’ideale attendere 1 settimana se desideri una saponetta più dura.
  • Processo a freddo. Il processo a freddo utilizza il calore interno prodotto naturalmente durante la saponificazione. Le barre si induriranno completamente in 4-6 settimane.

Di seguito, troverai le istruzioni per il sapone con processo a caldo. Questo metodo è adatto ai principianti e ha una rapida inversione di tendenza.

Indicazioni

  1. Indossa la tua attrezzatura di sicurezza.
  2. Imposta la pentola a cottura lenta al minimo.
  3. Aggiungi l’olio di cocco nella pentola a cottura lenta. Quando si scioglie, prepara la soluzione di liscivia. Aggiungere lentamente la liscivia all’acqua. (Non aggiungere acqua alla lisciva: non è sicuro.)
  4. Con una spatola, mescola accuratamente la soluzione mentre aggiungi la liscivia. Diventerà caldo e rilascerà fumi, il che va bene.
  5. Metti da parte la soluzione di liscivia. Lascia raffreddare per 15-20 minuti.
  6. Controlla gli oli. Se l’olio di cocco si è completamente sciolto, aggiungere l’olio d’oliva. Mescolare bene.
  7. Controlla la temperatura degli oli usando il termometro per caramelle. Una volta che gli oli hanno raggiunto una temperatura compresa tra 49 e 54 °C (120-130 °F), posizionare il frullatore a immersione sul lato della pentola a cottura lenta.
  8. Versare delicatamente la lisciva per evitare schizzi. Mescolare lentamente.
  9. Imposta il frullatore al minimo. Mescolare il composto, muovendo in cerchi. Tenere il frullatore immerso per evitare bolle d’aria.
  10. Continua a frullare e mescolare per 10-15 minuti o fino a quando il sapone non ha raggiunto la traccia. Questo è quando la soluzione di oli e liscivia si è addensata e sembra un budino.
  11. Copri la pentola a cottura lenta. Cuocere a fuoco basso per 50 minuti. Se il composto bolle, mescola delicatamente.
  12. Spegni la pentola a cottura lenta. Lascia raffreddare fino a quando la miscela non scende al di sotto di 82°C (180°F). Aggiungi olii essenziali e coloranti, se in uso. Mescolare bene.
  13. Versare il composto nello stampo per sapone. Lisciare la parte superiore con una spatola. Batti lo stampo sul piano di lavoro per eliminare le bolle d’aria. Completare con erbe secche, se utilizzate.

Promemoria:

Non mescolare mai l’acqua nella lisciva, poiché ciò può causare una reazione chimica pericolosa.

Modellare il sapone

Una saponetta standard è da 115 gr. La ricetta sopra crea circa 850 gr di sapone. A seconda di come tagli il sapone, otterrai da 7 a 10 barrette.

Passaggi di finitura del sapone

In generale, ecco cosa comportano i passaggi finali:

  1. Dopo aver versato il sapone nello stampo, lasciate riposare per 24 ore.
  2. Una volta freddo, rimuovere con cura il sapone dallo stampo.
  3. Tagliare in barrette con un tagliasapone o un coltello. Se hai usato stampi per sapone singoli, estraili semplicemente.
  4. Puoi usare il sapone a questo punto, ma potresti volerlo lasciare asciugare per un’altra settimana. Ciò migliorerà la sua durezza e qualità.

Il sapone a caldo ha un aspetto rustico e un aspetto fatto in casa. Ma se preferisci barrette più raffinate, considera di provare il metodo del processo a freddo.

Tieni presente, inoltre, che il sapone fai-da-te tende ad avere un profumo più leggero rispetto al tradizionale sapone acquistato in negozio. Puoi usare più olio essenziale per un odore più forte, ma può essere costoso, soprattutto se usi oli più costosi. . Molte persone preferiscono anche il profumo più debole del sapone fatto in casa.

Per un’esperienza di produzione del sapone piacevole e sicura, segui i suggerimenti di seguito.

Suggerimenti per la produzione di sapone:

Lavorare sempre in un’area ventilata durante la preparazione della lisciva.
Quando si aggiunge la lisciva all’acqua, evitare di toccare il contenitore a mani nude o di respirare i fumi.
Non aggiungere mai la soluzione di liscivia se gli oli base sono superiori a 82°C (180°F).
Puoi usare stampi per sapone individuali, che non richiedono il taglio.
Quando si utilizzano oli essenziali:
Il numero di gocce di solito dipende dalla qualità dell’olio e dalle tue preferenze personali. Potresti iniziare con 20 gocce se preferisci un profumo più leggero e arrivare a 30 gocce se preferisci un profumo più forte. Questo potrebbe richiedere un po’ di sperimentazione.
Gli oli profumati sono generalmente più concentrati, quindi potresti voler iniziare con meno gocce.
Spesso aiuta a mantenere un profumo e un colorante finché non capisci come influiscono sul sapone finito.

Suggerimenti per la scelta degli ingredienti del sapone

Gli ingredienti base del sapone sono:

  • grasso animale o olio vegetale
  • Liscivia pura al 100%.
  • acqua distillata
  • oli profumati essenziali o sicuri per la pelle (opzionale)
  • coloranti (facoltativi)

Grassi o oli

Il miglior grasso o olio dipende dalle tue preferenze. Tradizionalmente, il sapone era prodotto con grasso animale, ma oggi gli oli vegetali sono ampiamente utilizzati.

A seconda dell’olio, la durezza e la schiuma del sapone finito varieranno. Esempi di grassi e oli utilizzati nella produzione di sapone includono:

Utilizzare solo oli di origine animale o vegetale. Il sapone non può essere prodotto con oli a base di petrolio.

Profumi

Il sapone non ha bisogno di un profumo per pulire la pelle. Ma se desideri aggiungere un odore gradevole, puoi utilizzare oli essenziali o oli profumati.

Gli oli essenziali sono per lo più di origine vegetale e puoi combinarli per creare aromi personalizzati. Gli oli profumati sono sintetici. Quando selezioni gli oli profumati, cerca opzioni sicure per la pelle.

Come fare il sapone in casa: Conclusioni

Fare il sapone offre un modo creativo per godere di un sapone naturale e delicato. Ci vuole tempo per padroneggiare il processo, quindi non scoraggiarti se il tuo sapone non è perfetto. Più sperimenti, migliore sarà il tuo sapone.

Segui sempre le misure di sicurezza e lavora lentamente. Per una guida individuale, prendete in considerazione l’idea di frequentare un corso di saponificazione.


Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.